Papiri

La libertà arriva sempre con un coltello tra i denti

Guardatevi attorno, ma fatelo coi vostri occhi. Vedete come il pianeta è diventato una gigantesca discarica industriale? Vedete come gli Stati strangolano gli spiriti liberi e portano dovunque la guerra e il massacro? Vedete come intorno a noi tutto si fonda sullo sfruttamento e sull'oppressione di miliardi di persone? Riuscite a contare ancora i milioni di morti dell’immenso bagno di sangue su cui questo mondo ha costruito i suoi grattacieli, i suoi supermercati, le sue fabbriche? Gli affamati, gli annegati, i massacrati, i bombardati, gli irradiati, i torturati, vedete tutte quelle pile di cadaveri ammucchiati?
Forse. Ma tutto è impostato perché non vediate nulla di tutto ciò. Siete sfruttati sul lavoro, dove svolgete compiti il cui senso vi sfugge, senza la minima soddisfazione. Producete oggetti nocivi, cibi tossici, strumenti di morte, merci inutili. Sorvegliate il vostro simile, lo tenete al guinzaglio con la burocrazia, coi documenti, coi sussidi. Siete controllati in ogni momento della vostra vita, tenuti d’occhio da mille telecamere e anestetizzati da mille droghe e surrogati. Siete degradati nel profondo, perché vivete con, per e grazie ai dispositivi tecnologici che vi dominano. Non volete più nulla che non sia già pre-formattato per voi, non desiderate più nulla che non venga mostrato sugli schermi. In fondo, non fate che obbedire.
Eppure è proprio a voi che indirizziamo queste parole. Perché anche noi ci riconosciamo in questo fosco scenario. Bisogna avere il coraggio di guardare le cose in faccia, e di guardarsi allo specchio. Cosa siamo diventati?
I nemici della libertà sono forti. Lo Stato dispone di potenti mezzi di coercizione e controllo (dalla polizia all’esercito, dalla galera alla scuola, dalla burocrazia ai tribunali). I capitalisti continuano a  progredire nel perfezionamento dello sfruttamento. I ricercatori aggiungono ogni giorno una nuova sbarra alla nostra gabbia tecnologica. I politici, i leader religiosi, gli intellettuali al servizio dell'ordine tengono saldamente in pugno le greggi umane.  
Tuttavia, vedete, niente è completamente perduto. Ne siamo profondamente convinti nei nostri cuori...